METEREOPATIA: la depressione invernale (cause e rimedi)

Metereopatia

Sintomi Durante l’autunno e l’inverno si possono verificare tutti i sintomi oppure solo alcuni. A volte questo disturbo si verifica anche in estate, ma con una riduzione dell’appetito e del bisogno di dormire invece che con il loro incremento. Depressione, difficoltà a divertirsi, pessimismo riguardo al futuro. Perdita di energie, inerzia, apatia. Aumentato bisogno di dormire con difficoltà a svegliarsi alla mattina. Riduzione della capacità di svolgere le attività quotidiane abituali: difficoltà ad arrivare in orario al lavoro, compiti normalmente facili diventano improvvisamente impossibili. Aumento dell’appetito e del peso. Voglia di zuccheri. Desiderio di evitare il prossimo. Irritabilità, pianto frequente. Riduzione dell’attività sessuale. Pensieri di suicidio. Per bambini e adolescenti: stanchezza e irritabilità; accessi d’ira; difficoltà a concentrarsi; vago malessere; voglie intense di cibi strani.

Descrizione della metereopatia Il disturbo stagionale dell’umore è la forma più grave della “depressione invernale”, che porta a letargia e a riduzione delle attività quotidiane normali. È stata solo di recente riconosciuta come una malattia specifica, ma dal 1982 si è imparato molto su questa patologia e su come trattarla. I pazienti presentano gravi alterazioni dell’umore tanto che si può parlare di una divisione tra “una persona dell’estate” e “un’altra dell’inverno”. Sebbene un tipo diverso di questa sindrome si possa verificare in estate, la forma più frequente inizia gradualmente alla fine di agosto o all’inizio di settembre e continua fino a marzo o all’inizio di aprile, quando i sintomi cominciano a scomparire. I pazienti sanno che il loro bisogno di dormire aumenterà di circa 4 ore a notte e il peso di circa 10 kg nel tentativo di “andare in letargo” durante l’inverno. Le donne sono colpite 4 volte più spesso rispetto agli uomini e la malattia tende spesso a ricorrere nelle famiglie. Come ci si può aspettare, la localizzazione geografica gioca il ruolo più importante per la suscettibilità a questo disturbo; più vicino si vive ai poli, maggiore è l’incidenza. Gli abitanti del Canada e dei paesi a nord degli Stati Uniti sono colpiti 8 volte di più rispetto a coloro che vivono nelle zone assolate del sud come la Florida e il Messico.

Cause della metereopatia I ricercatori sono ancora lontani dallo scoprire le basi precise dei disturbi stagionali dell’umore e ritengono che possano avere più di una causa. Attualmente la spiegazione più probabile vede coinvolta la serotonina come neurotrasmettitore; durante le corte giornate invernali la serotonina raggiunge i suoi livelli più bassi in zone chiave del cervello, causando la depressione. Indipendentemente dall’agente chimico responsabile, il disturbo viene scatenato da una luce esterna insufficiente e viene esacerbato dallo stress. Nei bambini, i primi sintomi si verificano al momento di riprendere la scuola. I disturbi stagionali dell’umore sono spesso sottostimati dai medici e dai familiari, ma questa diagnosi, in realtà, dovrebbe essere presa in considerazione con più attenzione.

Medicina convenzionale La terapia con la luce può essere utilizzata in vari modi e può comportare l’uso di diversi tipi di fonti luminose, schermi luminosi e lampade. Tutti questi metodi sono stati pensati per dare una grande quantità di luce agli occhi. Verificate sempre che sulle fonti luminose vi sia un filtro per la luce ultravioletta che è nociva. Il tipo più frequente di terapia con la luce prevede che il paziente si sieda davanti alla fonte luminosa intensamente fluorescente (10.000 lux, circa da 10 a 20 volte più intensa della luce solare) per un periodo variabile da 15 minuti a un’ora e mezzo al giorno. È possibile mettere la fonte luminosa sul tavolo o sulla scrivania dove il paziente può lavorare, leggere, fare telefonate. Altre fonti luminose prevedono l’uso di apparecchi specifici più grandi, schermi con luci incorporate, oppure macchine che simulano la luce dell’alba (le luci si accendono in modo programmato mentre siete a letto nelle mattine d’inverno prima dell’alba). Gli esperti suggeriscono di non costruire in casa queste fonti luminose a causa dei possibili danni da radiazione ultravioletta non controllata. Visto che questo disturbo è una forma di depressione, sono stati usati numerosi tipi di antidepressivi. Attualmente i farmaci preferiti sono gli inibitori selettivi  della serotonina, che regolano i livelli cerebrali di serotonina e hanno minori effetti collaterali rispetto alla maggior parte degli altri antidepressivi.

Scelte alternative Possono essere utili gli esercizi fisici e molte altre terapie psicosomatiche specifiche per la depressione. Anche i massaggi possono essere un utile complemento alle altre terapie. Cominciate con 3 o 4 cicli di massaggi per vedere se sono efficaci; un ciclo non è sufficiente per fare una valutazione. Per molti secoli, i guaritori hanno creduto che alcune emissioni elettriche nell’atmosfera, ioni negativi, potessero migliorare l’umore e la salute. Negli ultimi 30 anni, molti scienziati hanno sviluppato dei piccoli strumenti che emettono ioni negativi nell’atmosfera di una stanza. Questi ionizzatori sembrano particolarmente efficaci per i pazienti affetti da questa sindrome (uno studio ha dimostrato che riducono del 58% la depressione) e possono essere un buon complemento alla terapia con la luce e ai farmaci.

Nutrizione e dieta I pazienti affetti da questa malattia sono propensi a mangiare in eccesso in inverno soprattutto a causa di voglie di dolci e farinacei. I pazienti dovrebbero evitare di fare spuntini con cibi ricchi di carboidrati e sostituire invece le proteine ai carboidrati oppure ridurre la quantità di cibi ricchi in zuccheri in un unico pasto bilanciato al giorno.

Rimedi domestici Fate una bella passeggiata all’ora di pranzo quando il sole è alto nel cielo. State all’aria aperta il più a lungo possibile. Fate esercizio fisico frequentemente. Durante l’inverno fate vacanze in luoghi dove il giorno sia lungo. Aumentate la luce naturale in casa tagliando i rami degli alberi vicino alla casa e i cespugli intorno alle finestre. Tinteggiate le pareti di casa con colori chiari. State al caldo e divertitevi sfruttando gli aspetti piacevoli dell’inverno come il fuoco del camino, un buon libro e la musica. Se tutti i precedenti rimedi falliscono, se possibile, trasferitevi in un luogo con clima assolato.

 

(http://benessereunico)