Olio di Palma: utilizzato per merendine, biscotti, craker, grissini e simili. E’ ufficiale (EFSA), è tossico

EFSA2

Lo ha comunicato la EFSA,  l’Autorità per la sicurezza alimentare europea, e come riporta Il FattoAlimentare.it :

“L’olio di palma contiene tre sostanze tossiche (una delle quali classificata come genotossica e cancerogena) per cui il consumo di prodotti alimentari con discrete quantità di grasso tropicale viene sconsigliato soprattutto a bambini e adolescenti.” 

Il consumo che in Italia si fa di alimenti che contengono questo olio è davvero spropositato, decisamente oltre le dosi massime sopportate dal nostro organismo. Si tratta di 12 grammi al giorno pro capite, visto che l’olio di palma è il grasso usato da una moltitudine di aziende che producono merendine, biscotti, grissini, cracker, fette biscottate, prodotti da forno e decine di altri alimenti.

Qui vi riportiamo una lista non completa di alcuni marchi più famosi che ne fanno uso, ma per la vostra salute è sempre bene verificare sulle etichette riportate sui prodotti che state per acquistare:

  • NESTLÉ:tutti i suoi prodotti, compresi quelli della MOTTA(Buondì, Girelle, etc.)
  • MULINO BIANCO: pane, cracker, biscotti, merendine
  • KNORR: dadi da brodo
  • STAR: dadi da brodo
  • LINEA COOP: dadi da brodo, cracker, merendine
  • KRAFT: tutti i prodotti della SAIWA (compresa la linea VitaSnella)
  • BARILLA: i sughi freschi che trovate nel banco frigo (sulla confezione scrivono con olio extravergine di oliva, ma se leggete gli ingredienti il primo a comparire è proprio l’olio di palma)
  • PAVESI: biscotti, cracker
  • WAFER LOACKER
  • CROSTINI BARILLA

Pubblicato il 04/05/2016

Fonte: Qui